COTTO & BEVUTO: ITALIA PAESE DE SAGRE

Il Cinico 14 luglio 2012 0

Mai come con la bella stagione sbucano come funghi le sagre in giro per l’Italia [foto GIUSEPPE FRATICELLI (Click)].
E proprio girando in auto, piuttosto che in bici, ho potuto notare quante ce ne sono anche nella nostra Emilia, vicino a casa.
Le più comuni da noi sono quelle del fungo, del tartufo, del tortellino (molto famosa), del cinghiale, e tantissime altre.
Ma per l’Italia, mi sono un po’ documentato, ce ne sono di molto particolari, più nel nome che nella sostanza…Quella della patata la fa da padrone, patata rossa, patata tonda, etc., etc….sono veramente tante.
Nella nostra Emilia, un po’ in tutta Italia, chi vince in assoluto (ma per lui è una grossa sconfitta), è il “RE MAIALE”, poverino, perché come è scritto all’ingresso della più famosa gastronomia del centro di Bologna: MAIALI SI NASCE, SALAMI SI DIVENTA!!
Pensate che in provincia di Aosta c’è la sagra de la “FETA DU TETUN”, ovvero la sagra della mammella di mucca…BRRRR.
A Bondeno (FE), i nostri cugini ferraresi, fanno la loro “sagra della salama da sugo”, cosa che mi dicono sia buonissima, un salame con un po’ di fegato, vino vecchio e lingua di bue, che viene cotto per ore, e servita con un puré: una bomba ad orologeria per ogni stomaco, e sapete quando la fanno????? Ad agosto!! E qui il pezzo dovrebbe terminare, questa salama da sugo in agosto dovrebbe chiudere il discorso, è assurda…ma ci sarà un motivo?? Attendiamo se qualcuno ci dà delucidazioni… :)
A Grosseto invece c’è la sagra dei PICI, ovvero pasta che assomiglia a spaghettoni molto grossi, solitamente conditi con sughi di carne o al cacio e pepe…
Altre sagre che vanno molto al centro Italia, quelle con i carciofi, ortaggio molto usato da quelle parti e cucinato in svariati modi.
Ma lo scettro del Number One delle sagre italiane spetta alla SAGRA DELLA PATACCA E DELLA PASSERINA (giuro che esiste!), che noi tutti avremmo detto di sicura origine romagnola (Giacobazzi docet!), invece si tiene a SERRONE, paese della Ciociaria, in provincia di Frosinone, verso fine luglio…
La Patacca per loro è tipo le tagliatelle (una pasta povera del passato), mentre la Passerina è un vitigno che produce uva bianca…certo che ho visto la locandina della sagra svoltasi nel 2010…e nulla hanno fatto per non confondere le idee (c’è il culo di una donzella in bella evidenza in bikini…).
Ma se inventassimo la sagra del politico italiano?? Ah già, dimenticavo, le sagre servono per mettere allegria, non tristezza…è vero!

 

Leave A Response »