NONSOLOCOCACOLA: MARTINI DI HO-JON

Davide 15 aprile 2013 0

Mash-art

La Storia
Forse la pellicola che prende più in giro i film di guerra statunitensi è M.A.S.H. di Robert Altman.
Tutto il film (o quasi) è ambientato in un ospedale militare americano in Corea dove il Capitano Benjamin Franklin Falco Pierce, un bravissimo Donald Sutherland, e i suoi colleghi chirurghi operano, insofferenti del servizio militare.
Uno dei personaggi minori è il ragazzo coreano Ho-Jon al quale il Capitano Pierce insegna a preparare il Martini.
Beh, il mio primo Martini l’ho bevuto proprio grazie a Robert Altman!!!

Gli Ingredienti
6 cl di Gin (meglio secco)
1 cl di Vermouth Dry
1 oliva verde
1 scorza di limone
cubetti di ghiaccio

Gli Strumenti
bicchiere Martini (Cosa vi aspettavate? Uno dei cocktail con più storia ha il suo bicchiere?)
shaker Boston

La Preparazione, passo per passo
Per la preparazione di questo cocktail, mi rifaccio alla preparazione dell’IBA, l’International Bartenders Association.
Innanzitutto è necessario raffreddare con i cubetti di ghiaccio il bicchiere, mantenete i cubetti nel bicchiere per tutta la preparazione del cocktail.
Nello shaker mettete alcuni cubetti di ghiaccio e controllate che non ci sia acqua in fondo.
Versate il Gin ed il Vermouth Dry e miscelate energicamente.
Buttate via il ghiaccio dal bicchiere e versate il cocktail ma non i cubetti di ghiaccio.
Guarnite con l’oliva e spremete la scorza di limone sulla superfice del cocktail.
Servite immediatamente!!

Un paio di varianti
Forse un paio di varianti sono poche per uno dei cocktail con più storia (c’è chi lo descrive già nel 1850).
Innanzitutto, potete variare il rapporto tra Gin e Vermouth: pare che quando questo cocktail sia stato inventato il rapporto fosse di 1 a 1. Oggi c’è chi propone un rapporto anche di 10 a 1.
Se però non piacciono i cocktail secchi, è da provare lo Sweet Martini, con il Vermouth Rosso al posto del bianco, e con la ciliegina al maraschino al posto dell’oliva.

La Battuta
“Hai fatto un gran Martini, Ho-Jon.”

 

Leave A Response »