PILLOLE A MOTORE: 205, MOLTO PIU’ DI UN NUMERO QUALUNQUE

Il Cinico 16 marzo 2013 0

205aEro poco più che bambino quando venne presentata la Nuova Peugeot 205, infatti correva l’anno 1983, l’anno del gelo tra USA e URSS, l’anno dell’affermazione politica di Bettino Craxi e del suo PSI , eletto dopo una crisi di Governo (strano in Italia….), l’anno del fenomeno cinematografico Flashdance.
Peugeot “esce” con un utilitaria a pochissimi giorni dal lancio della Fiat Uno (progettata per essere la sostituta della A112 inizialmente), infatti è il 24 febbraio ’83 quando inizia la commercializzazione della 205 (in Italia iniziò a novembre ’83).
La stampa ne rimase subito colpita dalla maneggevolezza, un salto qualitativo rispetto alle utilitarie in commercio fino a quel momento, alle donne piacque subito, fu un vero colpo di fulmine. I motori erano i 954 cc, 1124 e il 1360 cc da 60 e 80 cv, tutti a 4 marce tranne il 1360 che ne aveva 5, l’auto era lunga 3,71 m (7 cm in più della Fiat Uno, e larga 1,58).
peugeot-205 cabrioSolo dopo un anno nacquero tante versioni nuove, dalla 5 porte, alle sportiveggianti GTI 1.6 che aveva 105 cv, solo l’inizio di una serie di 205 sportive che hanno fatto la storia, con versioni che arrivarono fino a 600 cv in alcune esasperazioni sportive.
Altra grande novità venne introdotta al Salone dell’auto di Ginevra, nel 1986, la versione cabrio (foto ingrandibile qui a sinistra), anche essa disegnata dal bravissimo Sergio Pininfarina, versione che per essere comunque di nicchia, vendette un bel po’ di pezzi.
E’ nel 1990 che la 205 subisce un restyling più marcato, con l’introduzione della prima diesel turbo dal lancio dell’ 83, motore con 78 cv di potenza, UN DNA SPORTIVO: abbiamo detto utilitaria, sì, Peugeot 205 Turbo 16ma con velleità di grande sportiva; infatti la prima versione un po’ più sportiva della 205, come abbiamo detto, fu la GT, con il suo motore 1400 cc da 80 cv, che fu poi sostituito dal 1600 da 105 cv (nell’86), mentre poco tempo dopo nacque la Turbo 16 (nella foto a destra), uscita per il pubblico ”normale” in 200 esemplari da 200 cv, quelli necessari allora per potere iscrivere la versione ancora più in cattività al mondiale rally nel gruppo B.
La versione però forse più fortunata e ricordata per i ragazzini di allora come me, era senza alcun dubbio la GTI 1900 da 130 cv, una vera sportiva di razza, mentre quella più riconoscibile nel look tra le 205 sportive, uscì nell’88, si chiamava Rally, Pegeout 205 Rallytutta bianca (foto qui accanto), anche nella calandra anteriore, montava un 1300 da 103 cv, auto alleggerita dai pesi superflui, infatti aveva una spiccata accelerazione, tanto che venne utilizzata come base per i rally nel gruppo N.
E’ nel 1991 che con l’uscita della Peugeot 106, iniziò la fase calante, anche se venne prodotta fino al 1998, quando venne sostituita dalla sua “figlioccia” 206.
Certo che vendere 5.278.000 esemplari non è compito facile per nessuno, a dimostrazione che il progetto 205 venne azzeccato in tutto, un auto che piaceva alle donne, agli uomini e agli sportivi, con una versione cabrio che in poche aziende avevano, ma si sa, quando si da in mano il progetto a un “fenomeno” come Pininfarina…..è più facile che sia un successo che il contrario, solo mostri sacri come la Fiat Uno e la Renault 5 potevano fare meglio nella sua categoria di quei tempi.
 
 
SUPERVINTAGE SPOTOGALLERY


PEUGEOT 205

PEUGEOT 205

PEUGEOT 205 (1985)

PEUGEOT 205 GTI (1986)

PEUGEOT 205 JUNIOR (1987)

PEUGEOT 205 LOOK (1990)

PEUGEOT 205 (1991)

NUOVA PEUGEOT 205 JUNIOR (1992)


 

Leave A Response »