PILLOLE A MOTORE: LA CITROËN CX, L’AUTO DEGLI ANNI ’70/’80

Il Cinico 16 gennaio 2013 0

Citroën CXVenerdì scorso mentre andavo a pranzo a Imola, scorgo in un giardino contornato da siepi, in un viale antecedente una casetta monofamiliare rosa, un’auto color grigio, quel grigio quasi accaio, era una CITROËN CX, la mitica CX, quella che da ragazzetto chiamavo con i miei amici, il ferro da stiro.
Lo so, a molti non dirà nulla come sigla e come auto, ma per me che son nato nei primi anni ’70, e che ricordo come fosse ieri la mitica pubblicità con Grace Jones (nella foto qui sotto la versione per la carta stampata, a fine articolo, invece, il video dello spot), Pubblicità carta stampata Grace Jonesla cantante nera e magra, e anche il video della canzone sua…….bhe, è un bel tuffo nel passato.
Un’auto per certi versi nata sfortunata, anche se bellissima, erano gli anni in cui Citroën non navigava in buonissime acque, ad appesantire il tutto ci fu anche qualche anno prima, l’acquisto della Maserati da parte dei francesi, se poi lo si unisce alla crisi petrolifica dei primi anni ’70…..
Il prototipo definitivo della CX fu pronto nel 1973, erede dell’auto che lanciò Citroën nell’olimpo delle aziende automobilistiche a livello ingegneristico, ovvero la DS, partiti con un budget di un certo tipo, per poi finire con tutt’altro budget.

IL LANCIO
citroen-cx-d-051974, nel mese di giugno cominciarono ad uscire dalle fabbriche francesi i primi esemplari, anche se il lancio avvenne (come spesso accade per le auto d’oltralpe) al Salone di Parigi in ottobre.
Il nome CX venne pensato perché in effetti negli anni ’70 (ma anche adesso), pochissime auto potevano vantare un coefficente aereodinamico (appunto detto cx) pari ai 0,375 del nuovo modello Citroën.
Ma una delle 2 cose che ricordo meglio, e un po’ bizzarre dei primi modelli di questo “ferro da stiro”, era il cruscotto, che non aveva i classici tacchimetri con le lancette ad indicare la velocità, no, erano tamburi rotanti con una asticella ed una scala che stava ferma e faceva da indicatore della velocità, idea che ai vertici della casa piacque parecchio, tanto che la “esportarono“ su altri modelli.
L’altra “specialità“ della CX, ma appunto recuperata dal modello DS, e peculiarità della azienda di Quai de Javel, era l’indimenticabile sospensione idropneumatica, una figata, ricordo la mattina quando ne vedevo mettere in moto una citroen-cxsotto casa, che dopo l’accensione il signor con la sua CX verde, si alzava posteriormente, come nei cartoni animati giapponesi quando i robot cominciavano a trasformarsi….
Molti sostengono che la CX sia l’ultima vera Citroën, infatti proprio in quello stesso anno, la casa del “double chevron” (cosi si chiama lo stemma di Citroën), si dovettere fondere con Peugeot, per così formare quello che tutt’ora è il gruppo PSA.
Questa mossa salvò Citroën dalla grossa crisi finanziar-petrolifera, ma sicuramente la ridimensionò anche nei progetti, più per l’aspetto ecclettico e tecnologico che per quello finanziario.

I MODELLI
La prima CX ad essere lanciata fu la 2000cc in versione normale, ma anche in quella économique, ma già nel 1975 venne lanciata la versione 2200cc con 112cv di potenza massima, e fabbricata solo nella versione normale.
La grande paura, data dal fatto che in piena crisi petrolifera, venne lanciata un’auto di così grossa cilindrata, passò a breve, quando cominciaro a fioccare premi, come Auto dell’anno, a gennaio, un solo mese dopo Citroën CX Ambulanzavinse il premio di Auto più sicura, mentre al Salone di Ginevra, quindi un altro mese dopo, venne insignita del premio AWARD STYLE AUTO, premio per il suo stile e la sua linea, questo per dire quanto piacque.
Sempre in quel 1975 intensissimo, venne lanciata la versione Break, ovvero station wagon, possiamo dire….una vera station (ne fecero anche ambulanze, foto qui accanto), e anche la prima Citroën a gasolio, sempre con il motore 2175cc, ma con soli 66cv, voluto appunto per fronteggiare la crisi petrolifera.
Nei miei ricordi da bambino però c’è spazio anche per la versione più sportiva, ovvero la CX 2400 GTi, con 128cv che sfiorava i 190 km/h, con cambio a 5 marce anzichè 4 come le altre.

IL DECLINO
Nel 1982, con la seconda crisi petrolifera, le auto di segmento 6, come appunto la CX, subirono un colpo nelle vendite, e il mercato si stava spostando su auto di cilindrata inferiore, infatti uscì proprio in quell’anno la CITROËN BX, auto che prese il sopravvento, auto dalle line molto indovinate, e sopratutto che non aveva già 8 anni come la sorella maggiore.
cit-cx-turbo2-deNel 1985 ci fu il primo ed unico grande “LIFTING”, venne lanciata la seconda serie di CX, paraurti in plastica, niente più tacchimetro a tamburo, passaruota anteriori allargati, ma tutto questo, nei piani di Citroën, doveva servire solo per prolungare la vita della CX per arrivare al 1989, anno del lancio della nuova ammiraglia, ovvero la XM.
In realtà un piccolo colpo di coda la CX lo diede, nel 1987, grazie al lancio della versione a gasolio CX25 Turbo 2 (nella foto), che con la velocità massima di 195km/h, divenne l’auto a gasolio più veloce fino a quell’anno, con un piccolo sussulto di vendite.

FINE CARRIERA
Era il 1989, e con l’introduzione della nuova XM appunto, cessò la produzione, e rimasero in fabbricazione e in vendita per un altro paio di anni solo le versioni Break. In tutto ne sono state vendute 1.670.000 in 17 anni di onorata carriera.

E con questo non mi rimane che concludere con il dire che di Citroën in casa mia non ne abbiamo mai avute, però alcuni modelli di questa azienda mi sono rimasti impressi in maniera indelebile, forse dati da ricordi più o meno emozionanti, infatti uno dei miei migliori amici che ho avuto fino a qualche anno fa, ha un padre che è sempre stato possessore di Citroën, (quanti giri in auto in montagna con lui) ricordo la Dyane, poi è cresciuto, con la sua azienda, e di conseguenza anche con i modelli Citroën, è passato alla BX, poi alla XM, fino alla C6 (queste ultime 2 non hanno avuto un gran successo), ma qui parliamo di altre auto, auto che hanno fatto la storia.

YOUTUBE VIDEOGALLERY


SPOT “IL VOLO DEL GABBIANO”

SPOT GRACE JONES – CITROËN CX (1985)

VIDEOTRIBUTO CITROËN CX


 

Leave A Response »