VENERANDI AL CINEMA: LAWLESS

La Fata Ignorante 29 novembre 2012 0

In uscita da giovedì 29 novembre “Lowless” l’ultimo e sofferto lavoro del regista australiano John Hillcoat tratto dal romanzo di Matt Boundurant, il nipote dei protagonisti del libro stesso!
Come già fece in passato, il registra australiano, affida sceneggiatura e colonna sonora di questo gangster-western movie al musicista Nick Cave impreziosendo così notevolmente la pellicola.
Siamo nel 1920 e i grandi personaggi della malavita statunitense, devono il loro successo economico al proibizionismo appena andato in vigore, e oltre ai ben noti nomi di Chicago, nella contea di Franklin, in Virginia, nascono organizzazioni di distillatori di super alcolici.
“Oltre le montagne c’era la più grande ondata criminale che questo paese abbia mai visto”.
Nota infatti come “la contea più bagnata del mondo”, riesce a contrabbandare con l’Illinois grazie al beneplacito delle forze dell’ordine alcolizzate e corrotte.
In questo scenario, ha luogo la vera storia dei fratelli Bondurant, gli “immortali” contrabbandieri violenti e spietati che riusciranno ad avere la meglio sull’agente Charlie Rakes inviato appositamente da Chicago per mettere fine all’assiduo commercio illegale.
E’ la storia di tre fratelli vicini alla leggenda per le loro imprese, la loro brutalità e furbizia, amati e odiati al tempo stresso dalla contea che preferisce tutto sommato subire le loro violenze piuttosto che essere soggiogata dal soppruso delle forze dell’ordine.
L’intero film è incentrato sulla prepotenza: degli uomini, delle leggi e del destino!
Finchè l’uomo non è libero la parte peggiore di sé verrà fuori per combattere sia nel bene che nel male, a scapito dei deboli che verranno uccisi, violentati e ricoperti di pece e piume.
Film davvero impressionante per la cura dei dettagli e la verosimiglianza delle scene e delle interpretazioni, in particolare di Tom Hardy, Jason Clarke e Guy Pearce.
Pur essendo toccante, crudo e raccapricciante vi farà uscire dalla sala rincuorati grazie da un finale consolatorio, e a modo suo, divertente.

Consigliato solo ai veri duri.

Voto: 8/10

 

(NB: Immagine di copertina realizzata da La Fata Ignorante stessa con base di partenza uno scatto di m4tik)

 

Leave A Response »