VENERANDI AL CINEMA: RED LIGHTS

La Fata Ignorante 8 novembre 2012 1

Dopo la positivissima esperienza di “Buried” (Sepolto), Rodrigo Cortès ritorna sul grande schermo con un thriller meno audace in quanto a trama ma più ragguardevole in quanto a cast: Cillian Murphy, Sigourney Weaver e Robert De Niro .
Uscirà giovedì 8 novembre ma sarà inspiegabilmente vietato ai ragazzi minori di 16 anni pur essendo un giallo davvero light che non spaventa e non riesce a mettere lo spettatore in uno stato di ansia tale da poter essere considerato un buon film nel suo genere.
Sebbene impeccabili le interpretazioni degli attori, e pur essendo un film con del potenziale e dei buoni spunti, il regista commette lo stesso imperdonabile errore di “Buried”, deludendoci con un finale inadeguato che scredita l’intero film.
Siamo nel campo del paranormale e Sigourney Weaver è un’accreditata e pragmatica insegnante impegnata allo scopo di smentire fenomeni paranormali e denunciare medium, aiutata dall’affezionato Cillian Murphy che avevamo imparato ad apprezzare nel magnifico “In Time”.
La donna si accanisce nello smascheramento del sovrannaturale per non dover ammettere che ci sia qualcosa oltre la vita e non dover staccare la spina alla macchina che tiene in vita il figlio in stato comatoso da venti anni.

Qui entra in gioco Robert De Niro: telecinetico, guaritore e fantastico oratore.

Il tentativo di smascherarlo diventa una pericolosa ossessione che alza il ritmo del film poiché sarà la causa di eventi inspiegabili, morte e persecuzioni: tutti buoni ingredienti per un thriller che sarebbe potuto essere davvero interessante.

Purtroppo lo spettatore uscirà dalla sala perplesso e dimenticherà il film in fretta anche se Rodrigo Cortès prova a sorprendere facendo giocare fino all’ ultimo razionalità e paranormale, vita e morte, verità e illusione.

Consigliato a tempo perso.

 
VOTO: 6-/10
 

(NB: Immagine di copertina realizzata da La Fata Ignorante stessa con base di partenza uno scatto di m4tik)

 

One Comment »

  1. imperturbabile 11 novembre 2012 at 01:13 - Reply

    credo che lo vedrò

Leave A Response »